Capodanno in rosso… ceramica!

30 dicembre 2015

Siamo giunti al termine del 2015 e, per celebrare degnamente il nuovo anno, anche La Vecchia Faenza sfoggia qualcosa di rosso.

Non stiamo parlando di abiti o di intimo rosso, ma di ceramiche che, per la loro particolare decorazione, possono stare al centro dei festeggiamenti di Capodanno.

Il rosso a Capodanno, una tradizione che viene da lontano

L’usanza di indossare qualcosa di rosso l’ultima notte dell’anno ha radici lontane, sia geograficamente che temporalmente.

Secondo la tradizione cinese, nel periodo di Capodanno il mostro Niàn esce dagli abissi marini a caccia di uomini da divorare! L’unico modo per scampare all’ingordigia di Niàn è indossare un indumento rosso: infatti, pare che il mostro abbia paura del colore rosso.

Menu truculenta e più attuale l’origine europea del rosso a Capodanno: nell’Impero Romano le donne festeggiavano il nuovo anno vestite rosso porpora, il colore della forza, del potere e della fertilità.

Il rosso nella ceramica, una conquista recente

Quest’anno abbiamo prodotto molte più ceramiche in colori vivaci: arancione, rosso, blu, colori che danno l’ottimismo e valorizzano la lucentezza dello smalto della ceramica.

E pensare che, fino a trent’anni fa, ceramiche rosse come quelle delle foto non esistevano o quasi. Infatti allora non c’era un rosso in grado di tenere la temperatura di cottura delle ceramiche (950°). Anche in un settore tradizionale come il nostro c’è stato bisogno di un po’ di ricerca e sviluppo: oggi siamo riusciti a ottenere un rosso perfetto anche a temperature elevate. Giudicate voi i risultati:

Queste ceramiche sono tutte dipinte a mano “a raffaellesche”, uno stile più vicino alla pittura vera e propria che alla decorazione.

Trovate queste raffaellesche nel nostro e-commerce www.ceramicafaenza.it e nello storico negozio-laboratorio di corso Garibaldi, dove il raffaellesco ricopre da sempre un ruolo di primo piano, mentre quello di via Sant’Ippolito è dedicato prevalentemente al tradizionale faentino di ogni epoca.

Auguri di buon anno a tutti!