Raffaellesco: appena realizzati un’anfora e un vassoio

31 gennaio 2017

Abbiamo appena ultimato due pezzi minuziosamente decorati nello stile Raffaellesco, uno dei fiori all’occhiello della nostra produzione.

anfora e vassoio raffaellesco, ceramica di Faenza pottery

Il Raffaellesco faentino si ispira allo stile pittorico di Raffaello Sanzio, in particolare per la purezza delle figure umane e per l’abbellimento con grottesche, chiamate anche raffaellesche (sempre ispirate ai decori adottati da Raffaello).

Il nostro Raffaellesco, rielaborato in modo molto personale dalla bottega Silvagni, richiede grande precisione e impegno per realizzare disegni molto definiti, in alcuni casi miniaturizzati, come la scena rurale sul retro dell’anfora.

Grande vassoio Raffaellesco con manici

Il grande vassoio con manici – cm 49 x 30,5 cm, altezza cm 5 – presenta al centro una bella scena romantica, in cui si può notare la precisione e la finezza del decoro. Anche gli elementi di contorno sono disegni molto minuti: fantasie floreali e grottesche. Ideale come centrotavola: su un bel tavolo di legno può valorizzare l’intero ambiente.

Anfora Raffaellesco con scena ispirata a Watteau

L’anfora – altezza cm 48, larghezza cm 27 da manico a manico – si caratterizza per la scena centrale ispirata al dipinto “The Dance (Iris)” di Antoine Watteau, ed è impreziosita da un contorno di decori molto minuti. Sul retro, al centro e circondata da grottesche, una scena rurale tipica degli appennini faentini. Da menzionare l’originalità dei grandi manici dell’anfora, realizzati dal nostro foggiatore solo per noi.

Per ulteriori informazioni, contattaci senza impegno.