La nostra storia

La nostra è la storia di due realtà distinte, entrambe radicate nel territorio faentino e votate all’artigianato ceramico. Le storie di La Vecchia Faenza e Laura Silvagni si uniscono nel 2004: da allora proseguono fianco a fianco.

La Vecchia Faenza

Nel 1967 Gino Suzzi fonda “La Vecchia Faenza”, dedicandosi alla produzione di maioliche decorate in stile tradizionale faentino.

E’ stata una delle prime botteghe ceramiche nate nel dopoguerra a dedicarsi esclusivamente ai decori tradizionali, in un periodo nel quale molti artigiani proponenavo invece ceramiche “moderne”.

“La Vecchia Faenza” produce oggetti ornamentali per la casa, ma anche ceramiche di grandi dimensioni e d’innovazione, rimanendo tuttavia nei canoni tradizionali, rivisitando i vecchi decori faentini, ma sopratutto rispettando la tecnica tradizionale della maiolica dipinta a pennello.

In oltre 40 anni di attività, La Vecchia Faenza ha partecipato a numerose esposizioni e mostre in tutto il mondo, come le italiane Macef – Salone Internazionale della Casa di Milano, Gift Gallery, Natale Oggi di Roma, Mostra dell’artigianato di Firenze e molte altre esposizioni in Europa e Stati Uniti.

Nel 2004 Laura Silvagni, moglie di Gino, anch’essa ceramista, ha acquisito la bottega unendo così due storiche firme della ceramica di Faenza.

 

Laura Silvagni

Il laboratorio artigianale Laura Silvagni è nato nel 1977 .

Laura Silvagni, artigiana ceramista dal 1972, ha imparato l’arte della ceramica iniziando giovanissima come apprendista presso una bottega faentina. Sin dai primi oggetti realizzati, Laura ha mostrato una particolare predisposizione per la pittura, una predispozione che ha saputo assecondare facendone il suo punto di forza.

Si è infatti specializzata nella raffinata decorazione faentina a “Raffaellesco”, che richiede una particolare abilità nella composizione dei motivi decorativi e nella loro esecuzione in punta di pennello. Non si tratta infatti di sola “decorazione” dell’oggetto, ma di vera e propria pittura su ceramica. 

Con questo stile proprio, inconfondibile, collabora con diversi artisti, creando opere, spesso di grandi dimensioni, che fanno parte di raccolte pubbliche e private. I suoi capolavori in ceramica sono stati donati, tra gli altri, al pontefice Giovanni Paolo II ed all’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, quali esempi di alto artigianato artistico italiano.

Laura Silvagni firma pezzi unici di ogni dimensione e forma, anche su richiesta.