Notizie

La festa dei nostri 50 anni insieme a voi!

23 novembre 2017 · Categoria Eventi

Sabato 18 novembre abbiamo festeggiato i 50 anni de La Vecchia Faenza: un bel traguardo che abbiamo avuto l’onore di celebrare insieme alle tante autorità presenti e ai nostri clienti, alcuni venuti da molto lontano.

La vostra grande partecipazione ci ha resi felici: anche per questo la festa è stata meravigliosa!

50 anni La Vecchia Faenza: tanti clienti e autorità

Il pomeriggio si è aperto con la visita del vescovo della diocesi di Faenza-Modigliana, s. ecc. Mario Toso, ed è proseguito con momenti conviviali a base di ciambelle e crostate, vini dell’agriturismo Campanacci e caldarroste degli alpini.

lo staff de La Vecchia Faenza con il vescovo di Faenza-Modigliana s. ecc. mons. Mario Toso

Nella foto: lo staff de La Vecchia Faenza con il vescovo

La CNA ci ha omaggiato di una bella pergamena, dove si congratula per i 50 anni di attività e si dichiara orgogliosa di annoverarci tra i suoi associati.

Gino Suzzi e Laura Silvagni ricevono la pergamena dalla CNA

Nella foto: Gino Suzzi e Laura Silvagni ricevono la pergamena della CNA

Alle 17 il sindaco di Faenza Giovanni Malpezzi ha tenuto un discorso e ha brindato con i partecipanti. A suggellare l’evento anche la torta celebrativa, decorata dalla nostra amica Paola in stile Palmetta (uno stile tradizionale delle ceramiche faentine).

la torta dei 50 anni de La Vecchia Faenza

Per l’occasione abbiamo regalato ai partecipanti il libro La Vecchia Faenza. 50 anni di ceramica in bottega (Tipografia Faentina Editrice, Faenza 2017) con i racconti di Gino, Laura, Elisa e delle nostre decoratrici. Un libro che è un modo per non dimenticare il passato, ma soprattutto per celebrare il presente, con l’augurio che il prossimo 50° lo possa organizzare la nostra figlia Elisa!

il libro dei 50 anni di ceramica in bottega de La Vecchia Faenza

Gino Suzzi e la figlia Elisa firmano il libro al vicesindaco Massimo Isola

Gino Suzzi e la figlia Elisa firmano il libro al vicesindaco Massimo Isola

Il brindisi dei 50 anni con gli alpini

Il brindisi con gli alpini

50 anni di ceramiche

20 ottobre 2017 · Categoria Eventi

“Sono arrivato al mestiere di ceramista quasi per caso: nel 1967 mi ritrovai a gestire una bottega di ceramica senza essere un decoratore. Una delle prime dipendenti fu Laura Silvagni…”

Queste parole di Gino Suzzi, fondatore de La Vecchia Faenza, raccontano bene come è iniziata la nostra storia. Chi poteva immaginare che la giovane Laura, alcuni anni dopo, sarebbe diventata compagna di vita di Gino e, dal 2004, sarebbe subentrata alla guida de La Vecchia Faenza? Le trame del caso e del destino si sono intrecciate dando origine a una realtà fatta di passione per la decorazione e per la ceramica, nel solco di un passato glorioso che ha reso Faenza celebre nel mondo per le sue belle maioliche.

Sabato 18 novembre: brindisi in bottega per i 50 anni de La Vecchia Faenza

Il 18 novembre dalle ore 16 festeggiamo insieme con vino, caldarroste e ciambella i nostri primi 50 anni di attività!

Alle ore 17 ci sarà il taglio della torta alla presenza del sindaco Giovanni Malpezzi e del vicesindaco Massimo Isola.

Vi aspettiamo a La Vecchia Faenza, in via Sant’Ippolito 23/A, Faenza.

La Vecchia Faenza: 50 anni di ceramiche

Il 2-3-4 giugno a Faenza torna “Buongiorno Ceramica!”

20 maggio 2017 · Categoria Eventi

la ceramista Elisa Suzzi con un piatto a Pavona - La Vecchia Faenza

Il 2-3-4 giugno torna a Faenza Buongiorno Ceramica!, la festa della ceramica artistica e artigianale promossa da AiCC – Associazione Italiana Città della Ceramica.

Due le iniziative che vedono protagonista La Vecchia Faenza: la visita guidata in bicicletta e la colazione in bottega.

Sabato 3 giugno – Visita guidata in bicicletta

Sabato 3 giugno alle ore 16 parte la visita guidata in bicicletta alle botteghe e ai laboratori del centro storico di Faenza.

Il ritrovo è alle 16 da Lega Carla Ceramiche d’Arte, corso Mazzini 74/C. La Vecchia Faenza è la quarta tappa del tour su due ruote.

Domenica 4 giugno – Colazione in bottega

Domenica 4 giugno dalle ore 10 vi aspettiamo nella nostra bottega, in via Sant’Ippolito 23/a, per una colazione tutta particolare: il caffè viene servito in tazzine di ceramica dipinte a mano dai nostri ceramisti.

Vieni a bere un caffè e a mangiare una brioche, e la tazzina te la porti a casa!

La colazione ha un costo di 5 euro, tazzina inclusa.

Ti aspettiamo!

Ceramiche liberty e déco

30 marzo 2017 · Categoria Ceramiche artistiche

La primavera è la stagione in cui la natura si rinnova. Anche noi abbiamo deciso di rinnovarci, affiancando la nostra produzione di ceramiche artistiche con alcuni pezzi ispirati agli stili liberty e déco.

A differenza delle ceramiche tradizionali, per le quali i disegni e le fantasie si ispirano alle ceramiche del passato, queste prendono spunto dai dipinti degli anni ’20 e ’30 del Novecento.

Fonte di ispirazione sono stati anche i recenti eventi e le mostre del Museo Internazionale delle Ceramiche (MIC) di Faenza e del museo San Domenico di Forlì, dedicate proprio agli stili liberty e déco. Due stili che, per la vicinanza temporale, si mescolano, confondendosi l’uno nell’altro in una piacevole alternanza di linee sinuose e geometrie squadrate.

Qui potete osservare due piatti e tre uova dipinti con colori delicati e figure di ispirazione romantica. I piatti, da 30 cm di diametro, sono una delle forme più rappresentative e comuni della ceramica; le uova sono state realizzante in prossimità della Pasqua e possono diventare preziosi e originali centritavola per i vostri salotti.

Il primo piatto raffigura un gatto all’interno di un giardino immaginario. Il gatto, oltre che un amatissimo animale domestico, da sempre affascina e sorprende per il suo essere selvatico ma espansivo, astuto e dolce allo stesso tempo. Nelle variopinte uova di ceramica a fianco del piatto, si possono ammirare due donne in atteggiamenti diversamente evocativi dell’amore e del romanticismo.

Piatto con gatto e due uova con figure di donne, ceramiche di Faenza Continua >>

Raffaellesco: appena realizzati un’anfora e un vassoio

31 gennaio 2017 · Categoria Ceramiche artistiche

Abbiamo appena ultimato due pezzi minuziosamente decorati nello stile Raffaellesco, uno dei fiori all’occhiello della nostra produzione.

anfora e vassoio raffaellesco, ceramica di Faenza pottery

Il Raffaellesco faentino si ispira allo stile pittorico di Raffaello Sanzio, in particolare per la purezza delle figure umane e per l’abbellimento con grottesche, chiamate anche raffaellesche (sempre ispirate ai decori adottati da Raffaello).

Il nostro Raffaellesco, rielaborato in modo molto personale dalla bottega Silvagni, richiede grande precisione e impegno per realizzare disegni molto definiti, in alcuni casi miniaturizzati, come la scena rurale sul retro dell’anfora. Continua >>

Compra online le nostre ceramiche artistiche

1 dicembre 2016 · Categoria Ceramiche artistiche

Il nostro negozio online www.CeramicaFaenza.it porta la ceramica artistica La Vecchia Faenza e Laura Silvagni in Italia e negli Stati Uniti.

Un nuovo Rinascimento per la ceramica artistica di Faenza

Nel Rinascimento Faenza è diventata celebre per la sua ceramica artistica. La maiolica prodotta nella città manfreda veniva esportata con successo in tutta Europa, tanto che da allora “Faenza” e “maiolica” sono diventate sinonimi in molte lingue, fra le quali il francese (faïance) e l’inglese (faience).

Forti di questo glorioso passato, ci proponiamo lo stesso obbiettivo oggi come allora: portare il nostro artigianato nelle case non solo dei faentini, ma degli italiani… e degli americani! Siamo consapevoli che il mercato è diventato più frammentato e concorrenziale, e anche la clientela è cambiata: più attenta ed esigente, ma anche meno disposta a spendere alla maniera di un nobile dell’epoca; è buffo notare come, in questo scenario profondamente mutato, possiamo portare in tutto il mondo un prodotto radicalmente tradizionale ma eterno come le nostre ceramiche artistiche proprio grazie ai moderni canali di vendita, il nostro e-commerce in primis. Continua >>

Una nuova vetrina per le ceramiche artistiche La Vecchia Faenza

4 novembre 2016 · Categoria Comunicazioni

Abbiamo rinnovato la grafica del nostro e-commerce CeramicaFaenza.it. Il nuovo look, elegante e minimale, favorisce la chiarezza e la navigazione.

Adesso è più facile trovare quel che stai cercando, anche da smartphone, grazie all’ottimizzazione per cellulari e tablet.

Un negozio online che funziona come le nostre botteghe

CeramicaFaenza.it è gestito direttamente da noi, senza intermediari, proprio come le nostre due botteghe storiche.

Sull’e-commerce inseriamo una selezione dei prodotti esposti nelle botteghe; sono così tanti che non riusciremo mai a inserirli tutti! Perciò, se capiti dalle parti di Faenza, vieni a trovarci per visitare l’esposizione completa delle nostre ceramiche, inclusi quelli che hai visto online. Ci trovi qui:

  • La Vecchia Faenza, via Sant’Ippolito 23/A, Faenza (RA)
  • Laura Silvagni, corso Garibaldi 12/A, Faenza (RA)

Alcune delle nostre ceramiche artistiche

Guardale tutte su www.ceramicafaenza.it! E se vedi qualcosa che ti piace ma è stato venduto, contattaci: abbiamo tanti prodotti simili, o ne realizziamo uno solo per te!

Ceramiche on the road: da Argillà a Villa d’Ogna (Bergamo)

16 settembre 2016 · Categoria Eventi

Argillà 2016 è terminata con un grandissimo successo di visitatori: si parla di centomila presenze! Questo grande festival della ceramica ha portato a Faenza persone da tutto il mondo, dando una dimensione internazionale alla maiolica faentina.

Corso Mazzini, Faenza, Argillà 2016

Noi di La Vecchia Faenza siamo stati felici di incontrare tante persone che si interessavano e apprezzavano le nostre maioliche, attirati anche dai due grandi pezzi unici che avevamo realizzato per l’occasione: un piatto raffaellesco e un’anfora.

Le nostre ceramiche a Villa d’Ogna

Archiviata la bella esperienza di Argillà, siamo di nuovo nei preparativi per tutt’altro genere di manifestazione: la Festa della Natura di Villa d’Ogna (BG), in programma il 24 e il 25 settembre. Continua >>

Dal 2 al 4 settembre Faenza è Argillà Italia 2016!

26 agosto 2016 · Categoria Eventi

Il 2, 3 e 4 settembre torna Argillà Italia, il festival internazionale della ceramica che, con cadenza biennale, richiama a Faenza 250 ceramisti da tutto il mondo.

Ti aspettiamo in Corso Mazzini – Settore D Stand 14 per mostrarti l’antica tradizione ceramica faentina rispettata in tutti i suoi valori. Nonostante i tempi difficili per l’artigianato, le ore di lavoro che dedichiamo ai nostri pezzi, grandi o piccini, sono sempre le stesse: tante! Perché ogni oggetto richiede una cura particolare per modellarne la forma e soprattutto per decorarlo.

Nel nostro stand troverai le novità più belle, come un grande piatto raffaellesco di 75 cm di diametro e una grande anfora con piedistallo, e cercheremo di stupirti con le nuovissime ceramiche da indossare: ciondoli, orecchini e tanto altro fresco di decorazione! Continua >>

Piatti ornamentali decorati a Pavona con astorre

15 luglio 2016 · Categoria Ceramiche artistiche

Abbiamo appena realizzato due grandi piatti ornamentali accomunati non solo dalle dimensioni – 60 centimetri di diametro – ma anche dai decori, in stile Pavona e Palmetta persiana, e dalla figura centrale: l’astorre.

L’astorre è un uccello immaginario, tipico della tradizione ceramica faentina, a metà fra un astore e un airone. Deve il suo nome probabilmente ad Astorre Manfredi, signore di Faenza conosciuto anche come Astorgio.

Il primo piatto è decorato in maniera tradizionale: i due astorri, uccelli dal tipico collo lungo e intrecciato, sono stati reinterpretati da un vaso del XV secolo conservato al Victoria and Albert Museum di Londra. Nelle simbologia tradizionale, gli intrecci formati da animali rappresentano lo scorrere dell’energia divina nelle forme, la vita, la crescita, la continuità.

Sul bordo la decorazione Pavona è ispirata allo stesso periodo storico e si sviluppa con alcuni tratti caratteristici: i colori accesi, le foglie accartocciate intorno alla penna di pavone, la fiamma piramidale.

piatto ornamentale con 2 astorri

Bernard Rackham descrive così questi decori nel suo Capolavori della maiolica italiana (1976, p. 32): “Con splendida sicurezza i ceramisti di Faenza usarono infiniti motivi – figure, stemmi araldici, fiori o foglie – per arricchire con la loro varietà di ritmo e di colore forme plastiche che sono in se stesse piene di grandezza”. Continua >>